FEDERVOLO2005


Vai ai contenuti

INPS-circ.n73

In allegato vi inviamo la circolare INPS n.73 dell'11 luglio 2008 che riguarda, tra l'altro, il controllo della reale posizione di cassaintegrato.
In questi giorni stanno arrivando lettere da parte dell'INPS che, facendo riferimento alla sopra menzionata circolare, invitano i cassaintegrati ad ottemperare alle indicazioni previste.
Di seguito vi riportiamo il passo principale della circolare e i relativi adempimenti che verranno richiesti.

Centoxcento A/V

allegato: Circ.73 del11-07-2008

Verifica della sussistenza del diritto alle prestazioni

Per tutte le domande di prestazione le Direzioni di produzione dovranno richiedere al personale navigante beneficiario dei trattamenti di mobilità ed integrazione salariale, una autocertificazione nella quale attesti di non aver prestato lavoro, in Italia e/o all’estero, a far data dall’inizio delle prestazione erogata dall’INPS, da consegnare alla Direzione di competenza, entro 30 giorni dalla richiesta, fatte salve le comunicazioni di rioccupazione già debitamente inoltrate all’Istituto.(il modulo sull'autocertificazione è allegato alla lettera del'INPS)

Data la particolare natura dell’attività svolta, il personale navigante dovrà, inoltre, esibire, in originale, il libretto di volo o l’attestato di volo.

Le Direzioni INPS inseriranno nel fascicolo personale fotocopia della prima pagina e della pagina in cui è attestata l’ultima annotazione dei suddetti documenti.

Tali documenti, in originale, dovranno successivamente essere esibiti dai beneficiari con cadenza trimestrale ed anche in tal caso dovrà essere conservata nel fascicolo la fotocopia della pagina con l’ultima annotazione.

Trascorsi trenta giorni dalla richiesta, o alla scadenza del trimestre, senza la consegna dell’autocertificazione e l’esibizione dei documenti citati, le Direzioni sospenderanno l’erogazione del trattamento e la riprenderanno solo al momento in cui i beneficiari avranno dato corso alla richiesta.

Nel caso in cui dal controllo risulti attestata un’attività di lavoro, il beneficiario decade dal diritto al trattamento e le Direzioni sospenderanno immediatamente l’erogazione delle prestazioni, fatto salvo quanto disposto al precedente punto circa la salvaguardia del brevetto di volo.

L’esito dei controlli dovrà essere comunicato ai Centri per l’impiego per le attività di competenza, con lettera raccomandata o attraverso la casella istituzionale, se istituita.

Al momento in cui i beneficiari, in seguito alle verifiche effettuate dai Centri per l’impiego, fossero cancellati dalle liste di mobilità, l’INPS procederà al recupero di tutte le somme indebitamente percepite sia a titolo di indennità che a titolo di prestazione integrativa a carico del Fondo speciale.

Le Direzioni di produzione segnaleranno il nominativo e gli importi erogati, distinti tra prestazione INPS e integrazione dovuta dal Fondo speciale, alla Direzione centrale Prestazioni a sostegno del reddito per l’inoltro al Comitato Amministratore del Fondo stesso.

Il Comitato amministratore del Fondo speciale, così come stabilito dal Regolamento del Fondo stesso, è impegnato a non soddisfare le domande presentate dalle aziende in carenza di disponibilità finanziaria.



Il Direttore generale

Crecco


Own made site design-Oggi è il - Ultimo aggiornamento 02 dic 2017

Torna ai contenuti | Torna al menu